E’ inutile che sei lì e mi guardi con fare circospetto. Se hai qualcosa da dire, parla. Sostanzialmente non mi curo di ciò che ti passa nella testa, ma se volendo o nolendo la vita mi ha posto nella condizione di relazionarmi necessariamente con te, lo faccio. Mi relaziono. Penso. Parlo. Non mi limito a guardarti, a ispezionarti, a giudicarti, ad essere spettatore della tua vita. Interagisco.  Mi esprimo. Dico la mia. E la tua qual è? Con me questo gioco non puoi farlo. Io ti leggo nella mente. Percepisco ogni sintomo di astio o discordanza agitarsi nel tuo tono di voce, nei tuoi occhi o in ogni tuo movimento. E questo mi porta a detestare ogni tuo sorriso o accondiscendenza. Non aspetto altro di avere uno scontro/confronto con te. Ma no. No. Tu non dici la tua, non ti esprimi molto. Sei per il quieto vivere, sei per la pace nel mondo.

Qualcuno tempo fa ha detto che si fa gli scemi per non andare in guerra. Forse parlavano proprio di te. Non tramuti i tuoi pensieri in parole. No, non lo fai perché rischieresti di ritrovarti una guerra che non vuoi o non saresti in grado di affrontare. Una guerra che non è altro che uno scambio reciproco di punti di vista. E la cosa più detestabile di te, non è che tu non abbia un tuo punto di vista. Anzi. Ce l’hai eccome. Ma te lo tieni per te.

Dimmi un po’ una cosa.

Sono veramente curiosa di saperlo. Muoio dalla voglia di sapere come ci si sente nel piacere a tutti. E’ soddisfacente? E’ soddisfacente rinchiudere se stessi in se stessi e mostrare al mondo una faccia di cazzo che non abbaia né morde?  E’ soddisfacente non ricevere mai un vaffanculo da nessuno? Non mi aspetto che tu risponda. Non lo faresti mai. Andresti contro la tua vera natura e i tuoi principi. Ti limiteresti a rispondere sciocchezze del tipo “lascia perdere” o “non vale la pena discuterne” se il coraggio è dalla tua parte, altrimenti mi congederesti con un sorriso od uno smile. Si, uno smile. Vanno più di moda dei sorrisi ultimamente. Chissà forse potresti anche inciampare in un link allusivo da cui traspare una mentalità simile alla tua. E allora si che gioiresti nel poterlo condividere. Non è poi così tanto rischioso esporre se stessi in questo modo no?

Tanto avrai sempre l’amico del cuore con cui dar sfogo alle tue cattiverie più nascoste, un fedele amico che non si opporrà mai a te. Una vita facile non è vero? Chissà forse divulghi solo pace e amore e gioia infinita anche con lui.

In fondo, perché rischiare?

Annunci