Mi colpì una frase che mi disse mio padre anni fà:

“La gente quando esce di casa guarda sempre a terra. Tu hai mai guardato il cielo?”.

Mio padre non è un tipo molto profondo, o meglio, lo è a modo suo. Devi riuscire a captare nei suoi mille&formali discorsi, quel qualcosa che trascende dalla routinaria_amministrazione_paterna. Beh, quella frase fece parte di quel qualcosa ed entrò a far parte di me per sempre.

Voi lo guardate il cielo appena uscite di casa o quando passeggiate per strada? Oppure siete li a fissare orario/sms/facebook sul cellulare o a preoccuparvi di aver sistemato bene scarpe/pantaloni/giubbotto?

Penso che valga la pena acciaccare una cacchetta di cane ogni tanto per ammirare l’infinità del cielo, le sue sfumature, la forma delle sue nuvole, i raggi del sole, la scia di un aereo checcchissàdovestaandando… Penso valga la pena anche lasciarsi irrigare da qualche goccia di pioggia ogni tanto,

personalmente                                                                                                                                 tutto ciò

mi fa sentire                                                                                                                                         libera,

in armonia con me stessa                                                                             e

con il tutto,

il cielo mi parla                                                                                                                                       e io

rispondo.

E da quel giorno in cui mio padre mi fece quella domanda, iniziai a notare delle decorazioni architettoniche delle parti alte dei palazzi della mia città che prima non avevo MAI notato. Com’è possibile che non le abbia mai notate?

Mi meravigliai di quante cose scoprii solo guardando in alto ogni tanto..

 
Annunci